C’è del marcio… in Francia

C’è del marcio… in Francia

Mi aggiro per Briançon mangiando un “Barbe a Papà” (zucchero filato è TROPPO OVVIO per i nostri poetici vicini) e improvvisamente ho la certezza che esista una tavola rotonda, in cima ad un grattacielo senza fine, dove i Signori del mercato globale prendono decisioni che non capisco… come lo yogurt nella maionese.. per alleggerirla.. ma lo yogurt è fatto col grasso del latte, CHE ALLEGGERISCI?!  Mi spiegano in tv che serve a renderla cremosa e compatta. Bèh, chiaro… me ne ricorderò quando dovrò decorare il prossimo bollito. Torniamo ai francesi. Per loro, la Tavola Rotonda si piega al nazionalismo e decide che: a) Quando mangi una baguette sul prato francese NON fai un pic-nic, bensì un PIQUE-NIQUE. b) Le guide himalayane, nei libri francesi sulle scalate francesi, NON si chiamano Sherpa, come nel resto del mondo, bensì SHER-PAS. Forse, inconsciamente, gli Indiani sanno che pas vuol dire passo e sher suona come caro: CARO PASSO… dopotutto zompettano su per le montagne. c) Citando la famosa colonna sonora da Hit Parade anni ’80: – se c’è qualcosa di strano nel tuo quartiere, chi puoi chiamare? GHOSTBUSTERS! – se un uomo invisibile dorme nel tuo letto, chi puoi chiamare? GHOSTBUSTERS!! – e se sei in Francia, inseguìto da un panetto di sapone di Marsiglia, chi puoi chiamare? S O S FANTÔMES!!! Si, hanno ribattezzato il film. Voilà…. Gloria...